Vinitaly: c’è il Consorzio Vini DOC Sicilia con stand dedicato ai suoi primi dieci anni

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su email
Antonio Rallo presidente Consorzio tutela Vini Doc Sicilia

Con uno stand completamente dedicato, in cui sarà possibile degustare i vini delle aziende produttrici, il Consorzio vini DOC Sicilia giunge a Verona per l’edizione numero 54 di Vinitaly che, con più di 4mila aziende espositrici, è in programma dal 10 al 13 aprile 2022. Il Consorzio Vini DOC Sicilia si apre ai visitatori per la prima volta con un proprio stand in occasione della celebrazione dei suoi primi dieci anni di vita.

Approdo e vetrina per i produttori di vino, scenario irrinunciabile per i buyers, il Vinitaly nel suo programma accoglie alcuni appuntamenti a cura del Consorzio, realtà di primo piano nello scenario internazionale del vino che ha chiuso il 2021 con una produzione di oltre 95 milioni di bottiglie. 

“Questa edizione del Vinitaly è l’occasione per presentare e approfondire, in uno spazio interamente dedicato, alcune attività del Consorzio di tutela vini DOC Sicilia – sottolinea il Presidente Antonio Rallovolte a promuovere, tutelare e proiettare nel futuro la denominazione DOC Sicilia, sempre più riconosciuta come garanzia di qualità e come simbolo non solo della regione, ma della stessa produzione Made in Italy in Italia e all’estero. Quest’anno il Consorzio compie i suoi primi dieci anni di attività, dieci anni durante i quali il suo fine è sempre stato quello di dare valore alla qualità dei vini siciliani”.

Gli incontri presso lo stand avranno come oggetto particolari focus dedicati ai vitigni più rappresentativi dell’isola, ovvero Nero D’Avola, Grillo, Lucido e anche un focus sui rosati siciliani. Alcuni appuntamenti pomeridiani, ospitati nell’Area Conference della Regione Sicilia, inoltre, saranno dedicati a progetti, iniziative e attività che il Consorzio sta portando avanti, a partire dalla presentazione dell’analisi “Immagine, percepito e prospettive del DOC Sicilia in Italia”, commissionata a GPF Inspiring Research, azienda leader nelle ricerche di mercato: una ricognizione del percepito d’immagine, di brand e del vissuto del Sicilia DOC e del Consorzio stesso con relativi orizzonti, in particolar modo rivolti al consumatore del 2030. 

Ci sarà spazio per un incontro dedicato alla Fondazione SOStain, con il suo programma di sostenibilità per la vitivinicoltura nella prima regione in Italia per area agricola dedicata alla produzione biologica, promosso dal Consorzio di Tutela Vini Doc Sicilia e da Assovini Sicilia. Seguirà l’attesa presentazione del libro “South of Somewhere: Wine, Food, and the Soul of Italy”, ultimo volume del wine writer Robert V. Camuto, dedicato alla viticoltura del Sud Italia. Infine, sarà illustrato nel dettaglio il progetto “Valorizzazione del germoplasma viticolo“, promosso e sostenuto dal Consorzio di Tutela Vini Doc Sicilia in partnership con il Dipartimento regionale dell’Agricoltura della Regione Siciliana, l’Università degli Studi di Palermo e il Centro regionale per la conservazione della biodiversità viticola e agraria “F. Paulsen”, dedicato alla conservazione della biodiversità generata dai 3.000 anni di viticoltura nell’isola e le sue varietà autoctone.

Di seguito il calendario con gli eventi in programma:

Domenica 10 aprile

11.30 – 12.15 – Padiglione 2, stand G 97

Focus sul Nero D’Avola – Seminario e degustazione con sommelier

– 14.30 -15.30 – Padiglione 2, Area conference B 20

Percezione e prospettive della DOC Sicilia – Il profilo del consumatore di vini siciliani nel 2030

– 15.30 – 16.00 – Padiglione 2, Area conference B 20

Fondazione SOStain Sicilia. Viaggio alla scoperta del Vigneto più sostenibile d’Italia 

  • 16.00 – 16.30 – Padiglione 2, Area conference B 20
    Altrove a Sud. Viaggio alla scoperta del Vigneto più sostenibile d’Italia con Robert V. Camuto

Lunedì 11 aprile

10.30 – 11.15 – Padiglione 2, Stand G 97

Focus sul Grillo – Seminario e degustazione con sommelier

  • 16.30 – 17.-30 – Padiglione 2, Area conference B 20
    L’identità del vigneto Sicilia – Il vivaio Paulsen e la valorizzazione del germoplasma viticolo siciliano

Martedì 12 aprile

10.30 – 11.15 – Padiglione 2, Stand G 97

Focus sui Rosati Siciliani – Seminario e degustazione con sommelier

Mercoledì 13 aprile

– 11.30 – 12.15 – Padiglione 2, Stand G 97

Focus sul Lucido – Seminario e degustazione con sommelier

Per effettuare l’accredito agli eventi in programma fare riferimento a Laura Ruffato (press@ab-comunicazione.it)

Consorzio di tutela vini DOC Sicilia

Il Consorzio di tutela vini DOC Sicilia prende vita nel 2012, con l’obiettivo di rappresentare il vino del territorio siciliano e promuovere la denominazione DOC Sicilia, con azioni di promozione mirate alla crescita della visibilità di un marchio simbolo del Made in Italy e alla tutela e vigilanza a difesa del consumatore e dei produttori. Quasi 8.000 viticoltori e circa 500 imbottigliatori sono promotori della Denominazione di Origine Controllata, un riconoscimento utile a rappresentarli ma anche a valorizzare e salvaguardare la produzione vinicola dell’isola. La produzione di bottiglie è imponente: nel 2020 sono state prodotte oltre 90 milioni di bottiglie, nel 2021 oltre 95 milioni. Il sistema Sicilia DOC è produttore di eccellenza sostenibile: tanti degli oltre 26  mila ettari di vigneto della Denominazione sono coltivati rispettando il disciplinare della vitivinicoltura sostenibile della Fondazione SOStain Sicilia.

MEDIA RELATIONS

Consorzio di tutela vini Sicilia DOC • Sveva Alagna

E: press@consorziodocsicilia.it – M: +39 338 772 3404

AB Comunicazione • Anna Barbon

E: a.barbon@ab-comunicazione.it – M: +39 347 7490484

AB Comunicazione • Federica Da Col

E: f.dacol@ab-comunicazione.it – M: +39 329 589 3467

AB Comunicazione • Laura Ruffato

E: press@ab-comunicazione.it – M: +39 347 3404106

mood_bad
  • Non ci sono commenti.
  • Lascia un commento

    Potresti essere interessato a