Villa Neri, quando la raffinatezza parla il linguaggio della semplicità

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su email

Da un lato lo sguardo va verso l’alto per scorgere la maestosa “muntagna ri fuocu”, ma poi si proietta verso il mare, per perdersi in quell’infinito azzurro dello Jonio. Tra terra e mare, così come del resto la cucina del suo chef Elia Russo che si ispira a ciò che di buono racconta il suo territorio, con l’infinità di prodotti eccellenti scelti da lui personalmente per la cucina del ristorante “Le dodici fontane”.  Qui, a Villa Neri, tutto sa di eccellenza.

 

Siamo a Linguaglossa, in un posto dove la quiete fa da buona compagna per allontanarsi dal tram tram quotidiano e ritrovare il proprio equilibrio. Villa Neri è un Resort&Spa, con ben 24 eleganti camere tra cui Classic, Superior, Deluxe, Junior Suite e Suite con enoteca privata. Tutto intorno tre ettari di verde.

Incastonata in essi come un gioiello vi è la Villa costruita nel 2012. “C’era qui solo un uliveto – spiega Fabio Neri, proprietario di Villa Neri (nella foto in basso a sx con lo chef Elia Russo)-; quando abbiamo deciso di realizzare questo edificio abbiamo optato insieme a mio fratello Salvo, che ne è il manager, di riproporre uno stile che richiamasse l’ambiente etneo, i caseggiati siciliani. Ricorda molto gli antichi edifici dell’Etna: si incastra perfettamente con i suoi colori, i suoi volumi nel contesto paesaggistico senza sconvolgerlo minimamente. Abbiamo grandi richieste: il 76% delle presenze è straniero, in particolare del nord Europa. Vi è un trend in crescita e siamo soddisfatti di essere riusciti ad entrare in quella nicchia di mercato su cui abbiamo puntato sin dall’inizio. Stiamo finalmente raccogliendo i frutti di tanto lavoro”.

Ed in cucina, come prima detto, c’è Elia che sa davvero unire la tecnica al rispetto dei cibi, esaltando con semplicità i sapori autentici di ciascun ingrediente, unendo perfettamente mare e orti. “I turisti cercano la sicilianità in ciò che proponiamo – afferma lo chef- vogliono conoscere e assaggiare i nostri prodotti; avendo però un target particolare puntiamo anche sui piatti nazionali, ma ad ogni modo gli ingredienti che utilizzo restano per lo più quelli dell’isola. Ogni anno- continua- cerchiamo di apportare qualcosa di diverso nel menu, lasciando però i cavalli di battaglia come ad esempio la Sfoglia di calamaro o il Trancetto di tonno con cipolla di Giarratana in agrodolce e una maionese di nocciole etnee, e poi l’Uovo di gallina siciliana affogato con golosetto di topinambur sotto terra. Un piatto che va molto è il Cotto e crudo di Gambero rosso di Mazara, cotto in foglia di limone, crudo leggermente affumicato all’origano con mousseline di mandorla pizzuta. Piacciono pure gli Spaghettoni mantecati con raguttino in bianco di maialino siciliano, scaglie di Ragusano DOP e pomodori datterini canditi. I nostri clienti apprezzano questi piatti …e purtroppo c’è anche chi ce li copia!”. Interessante la carta dei dessert.

Delizioso e colorato, ad esempio, il lingotto al cioccolato su un letto di frutta di stagione. Insomma, un’importante location per trascorrere delle piacevoli ore di relax abbinandole al gusto di piatti invitanti. Se si vuole “osare” di più da non perdere una visita al Centro benessere “Petra Spa”: si può scegliere un massaggio relax all’olio di oliva o ai mosti d’uva dell’Etna oppure rilassarsi con una doccia emozionale.Il tutto per un’esperienza da sogno!

 

VILLA NERI

C.DA ARRIGO 95015 LINGUAGLOSSA (CATANIA)

TEL +39 095. 813 3002

mood_bad
  • Non ci sono commenti.
  • Lascia un commento

    Potresti essere interessato a