Torna Cantine Aperte e Donnafugata propone tante novità e iniziative

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su email

In alto i calici, si ricomincia ad andar per vigne e cantine con l’atteso appuntamento di “Cantine Aperte” che ritorna, come di consueto, l’ultima domenica di maggio, il 30.  Promosso ed organizzato dal Movimento del Turismo del Vino, in Sicilia, “Donnafugata” azienda storica del nettare di Bacco, riapre con un’esplosione d’iniziative. Perché tante le novità, off line ed  on line, per gli appassionati wine lovers che potranno scegliere tra diversi tour e degustazioni, in presenza o da remoto, per scoprire le tante e variegate sfaccettature del mondo vitivinicolo di una della aziende più rappresentative del vino made in Sicily. Convivialità, la parola chiave per la ripartenza di “Donnafugata”.

In simultanea, apriranno le Cantine storiche di Marsala,  che ospita la suggestiva barricaia sotterranea, e tre degustazioni che permettono di scoprire i vini dell’azienda, in abbinamento a specialità della cucina siciliana, la Tenuta dell’Etna, a Randazzo con  visita guidata dei vigneti aziendali e della cantina, e tre degustazioni all’insegna dei vini vulcanici di Donnafugata e, in prima assoluta, la Tenuta di Vittoria, ad Acate. 

La  cantina di nuova generazione, perfettamente integrata nel paesaggio,  tra l’altopiano ibleo e il mare della Sicilia sud-orientale, accoglierà i wine lovers guidandoli alla scoperta delle peculiarità che rendono unico il terroir di Vittoria, con vista panoramica sul fiume Dirillo.

Dopo la presentazione dei vigneti aziendali, il tour si completa contre degustazioni professionali alla scoperta del Cerasuolo di Vittoria, l’unica Docg siciliana

Sicurezza e ricercatezza  il binomio perfetto per vivere, anzi, per festeggiare la 29esima edizione di Cantine Aperte.

L’apertura di Acate al pubblico – spiega Antonio Rallo, alla guida dell’azienda con la sorella José – è un traguardo importante per Donnafugata. È la terra di una storica e prestigiosa denominazione che comprende la prima e unica DOCG della Sicilia, il Cerasuolo di Vittoria, e il Frappato di Vittoria Doc. Rossi morbidi dall’animo floreale che non vediamo l’ora di far apprezzare proprio lì dove nascono. Con le nostre proposte di visite e degustazioni vogliamo inoltre arricchire l’offerta per i turisti che fanno tappa in queste splendide terre del Barocco siciliano”.

I visitatori avranno la possibilità di scegliere tra nove degustazioni, tre per ciascuna tenuta, consultabili e prenotabili sul sito visit.donnafugata.it, alla pagina dell’evento: Cantine Aperte 2021 -Visite e Degustazioni.

Inoltre, per fare vivere Cantine Aperte a tutti coloro che non avranno la possibilità di partecipare all’evento in presenza, Donnafugata ha organizzato un’inedita degustazione online, proponendo una selezione di vini che portano i profumi e i colori della Sicilia nelle case dei winelover di tutta Italia. 

Quattro i vini in degustazione (uno per ogni tenuta), e due sessioni live (dalle 11:00 alle 12:00 e dalle 17:00 alle 18:00), nel corso delle quali i partecipati saranno guidati da un team di enologi, in un viaggio virtuale ricco di suggestioni, ma anche completo nei temi e negli argomenti che caratterizzano ciascuna etichetta e ciascuna tenuta: si parte con il Vigna di Gabri 2019, il bianco voluto da Gabriella Rallo,cruprodotto nella Tenuta di Contessa Entellina, nel cuore della Sicilia Occidentale; si continua con Bell’Assai 2019, dauveFrappato, vitigno identitario del territorio di Acate, un rosso fragrante e di grande freschezza; si passa poi all’Etna con Dea Vulcano 2018, un Nerello Mascalese vulcanico, di grande piacevolezza. La degustazione si chiude con uno dei vini icona di Donnafugata, Ben Ryé 2018, Passito di Pantelleria Doc, vino dolce tra i più apprezzati al mondo. 

Piccole produzioni di pregio, che gli appassionati potranno ricevere comodamente a casa propria, da condividere con gli amici e i propri cari.

E’ un Cantine Aperte davvero speciale, forse unico nel suo genere – data l’ibridazione tra online ed offline – sottolinea José Rallo – che ci consentirà di raggiungere con versatilità il pubblico dei nostri fan. Un segno di attenzione che, grazie alle tecnologie del digitale, supera ogni barriera fisica e apre a nuove ed innumerevoli opportunità”.

Per garantire un’esperienza unica, nel rispetto di tutte le norme di sicurezza Anti Covid-19, l’ingresso alle cantine è consentito a piccoli gruppi e la prenotazione obbligatoria sul sito visit.donnafugata.

mood_bad
  • Non ci sono commenti.
  • Lascia un commento

    Potresti essere interessato a