Sull’etna dal 28 luglio al 5 agosto ritorna il teatro in Vigna promosso da Planeta.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su email

Ritorna a Passopisciaro, sul versante nord dell’Etna, la terza edizione di “Sciaranuova Festival”,  progetto teatrale promosso dalla famiglia Planeta che quest’anno, oltre a proporre un cartellone del teatro d’autore e della ricerca, produce direttamente lo spettacolo ” Tre-Pi – Le fiabe atroci di Palermo” scritto, diretto ed interpretato da Paola Pace, direttore artistico del Festival.
La famiglia Planeta dunque non si accontenta di rappresentare l’eccellenza vinicola ed agroalimentare della Sicilia, ma si impegna sempre di più a raccontarne l’anima più autentica con profondo impegno, da veri mecenati illuminati, alla valorizzazione e tutela delle espressioni artistiche siciliane.
“Farci produttori di cultura vuol dire continuare ad operare nel solco dei nostri valori, seguendo la combinazione di etica ed estetica” -dice Francesca Planeta-  “lavorare con entusiasmo e passione, vuol dire spingerci anche in questo modo verso il futuro con creatività, innovazione e coraggio. È quello che facciamo ogni giorno nella promozione del nostro vino insieme a una vera e propria Esperienza Sicilia, che tiene insieme anche la cultura e natura, olio, cucina e ospitalità, impegnandoci così a generare valore attraverso l’attività imprenditoriale in tutti i territori”.
Sarà l’atmosfera suggestiva ed evocativa degli antichi terrazzamenti lavici adibiti a teatro naturale insieme all’altissimo valore degli spettacoli prodotti e proposti a far divenire un appuntamento imperdibile questa rassegna del teatro d’autore, che ha come fil rouge la valorizzazione del talento soprattutto siciliano  sempre più apprezzato all’estero e troppe volte poco conosciuto nella nostra terra, come racconta il direttore Paola Pace.
La rassegna avrà inizio il 28 luglio con “Tre-Pi- le fiabe atroci di Palermo” dalle fiabe di Giuseppe Pitrè, scritto, diretto ed interpretato da Paola Pace con Maria Teresa de Sanctis e Sara Savona.
Il 29 luglio andrà in scena il monologo “Ifigenia in Cardiff” del drammaturgo inglese Gary Owen con Roberta Caronia e regia di Valter Malosti.
Il 4 agosto lo spettacolo pluripremiato “Nunzio” di Spiro Scimone e Francesco Sframeli, duo poetico messinese apprezzatissimo nei teatri di mezza Europa.
A chiudere il festival il 5 agosto sarà “Mari” scritto e diretto da Tino Caspanello in scena insieme a Cinzia Muscolino.
Tra i due fine settimana del Festival, Sciaranuova ospiterà per un progetto di formazione anche la scuola Teatroimpulso, che il 2 agosto terrà un workshop sull’improvvisazione e porterà in scena uno spettacolo.
Il costo di partecipazione ad ogni singolo spettacolo è di 25€ (ridotto 11-21 anni 20€) 40€ per gli spettacoli del weekend (ridotto11-21 anni 30€) 60€ per 4 spettacoli (ridotto 11-21 anni 50€). Per info cultura@planeta.it
Tel. 0925 1955465, 091 327

mood_bad
  • Non ci sono commenti.
  • Lascia un commento

    Potresti essere interessato a