Ritorna “Calici di Stelle”, visite guidate, passeggiate in vigna, cene sotto le stelle, performance musicali e spettacoli teatrali.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su email

Il calendario di questa edizione si articola, sino al 15 agosto, in un susseguirsi di eventi organizzati ponendo in sinergia 22 cantine situate in sei differenti province dell’Isola. Obiettivo comune è di dare vita ad un’esperienza innovativa, emozionante … un’esperienza da vivere e non da farsi raccontare!

L’evento, promosso dal Movimento Turismo del Vino e l’Associazione Nazionale Città del Vino, è stato presentato in conferenza stampa presso la sede della Fondazione Sicana, alla presenza del suo stesso presidente, Giuseppe di Forti, del presidente del Movimento Turismo del Vino Sicilia, Stefania Busà, del coordinatore Città del Vino in Sicilia, Leonardo Ciaccio e del presidente del Movimento Turismo del Vino Italia, Nicola d’Auria.

“Calici di stelle è uno degli eno-appuntamenti più amati dagli appassionati di vino in Sicilia e siamo certi che questa edizione saprà emozionare tutti coloro che vorranno gustare un calice di buon vino sotto il cielo stellato che solo la Sicilia sa regalare”. Questo quanto affermato dal Presidente nazionale del Movimento Turismo del Vino Italia, Nicola d’Auria, che ha più volte rimarcato, nel corso della conferenza stampa, l’importanza di tale iniziativa non solo per le tante cantine coinvolte per confermare la qualità della produzione vinicola siciliana, ma anche per gli stessi territori nei quali si accenderanno i riflettori sulle bellezze naturalistiche e artistiche che li caratterizzano.

In tale iniziativa un ruolo di notevole importanza lo riveste l’Associazione “Movimento Turismo del Vino” che dal 1993 si impegna ad individuare le migliori cantine presenti sul territorio nazionale al fine di porle in sinergia e promuovere la cultura del vino mediante visite nei luoghi di produzione. Obiettivo strettamente connesso allo sviluppo dell’enoturismo perseguibile incrementando i flussi turistici in quelle aree a vocazione vitivinicola e qualificando i servizi turistici delle cantine. Calici di stelle è, quindi, l’evento perfetto per dare voce al territorio valorizzando il patrimonio artistico e culturale e facendo leva sull’eccellenze eno-gastronomiche. “Il Movimento Turismo del Vino Sicilia, dopo anni d’intensa attività sull’intero territorio nazionale, intende adesso stimolare l’attenzione dei tanti appassionati per un concreto incremento del numero di associati e condividere maggiormente i valori e le attività che ci qualificano sul territorio” – sostiene la presidente Stefania Busà.

La Sicilia, nonostante il riconosciuto potenziale in termini di sviluppo dell’eno-turismo, non ha ancora conquistato la vetta della classifica a tal punto che, durante la conferenza stampa di presentazione dell’evento, è stato puntualizzato quanto fosse indispensabile consolidare e rafforzare le sinergie ottenendo il coinvolgimento di nuovi attori. In una visione più ampia e prospettica della promozione della cultura vitivinicola e dello sviluppo dell’eno-turismo importante sarà porre a servizio delle cantine già associate opportunità di aggiornamento nonché di formazione per i tanti giovani che, ad oggi, rappresentano una vera risorsa per lo sviluppo di tale settore. Di notevole rilevanza risulta, quindi, la sinergia già istaurata tra il Movimento Turismo del Vino e Città del Vino, in partnership per l’organizzazione dell’evento “Calici di Stelle”, nonché con la Fondazione Sicana per un percorso di collaborazione culturale.

“Calici di Stelle è un viaggio nella bellezza e nella conoscenza del territorio – afferma il coordinatore di Città del Vino in Sicilia, Leonardo Ciaccio – e mi reputo alquanto soddisfatto di aver intrapreso questa partnership avente alla base l’ottica comune di porre in condivisione i propri valori e strutturare nuove esperienze che possano valorizzare il patrimonio storico-artistico incuriosendo un pubblico sempre più ampio”.

“Riteniamo valido il modus operandi del Movimento Turismo del Vino nella volontà di rivolgersi ai giovani proponendo un approccio culturale, responsabile e consapevole per accostarsi al mondo del vino – sostiene il presidente dell’Associazione Sicana, Giuseppe di Forti –  Credo fortemente che sia preminente custodire la storia e l’identità del territorio per una concreta rinascita della Sicilia e, in accordo con i membri della Fondazione, si propone un’organica riflessione tra economia circolare ed economia del territorio onde individuare un nuovo rapporto dell’uomo con la natura”.

A termine della conferenza stampa, alla quale hanno preso parola anche titolari di cantine dell’Isola, gradita e di pregio è stata la visita presso il Palazzo delle ex Poste Centrali nonché la wine&food experiece con etichette siciliane seguita dallo spettacolo “Perbacco” di Sandro Dieli.

Calici di stelle 2022: “Lasciarsi ispirare ed emozionare dall’arte e dalla bellezza, in compagnia di un calice di vino e sotto un cielo stellato”.

mood_bad
  • Non ci sono commenti.
  • Lascia un commento

    Potresti essere interessato a