UNA RINASCITA CHE SA DI ZUCCHERO E PANE APPENA SFORNATO.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su email

È la nuova scommessa del famoso cake designer Gianfranco Carbonaro che torna nella sua terra dopo essere emigrato in Inghilterra. La rinascita di un uomo, un professionista che non ha rinunciato alla voglia di farcela. Ed è così che dopo un’esperienza forzata in altre città d’Italia e all’estero, ha deciso di ritornare a Vittoria, per aprire un bakery in pieno stile inglese. Ha così aperto i battenti “Bakery Italia”, un angolo di paradiso per golosi e non solo, situato in via Milano 33. “Bakery Italia” è infatti pasticceria, sia classica che americana, con le splendide creazione di Carbonaro, apprezzato cake designer in tutta Italia, ma anche biscottificio, prodotti da forno, con la tradizionale pizza napoletana a lievitazione naturale. Diverse poi le offerte riservate ai vegani e i prodotti bio. Una produzione all’insegna della genuinità e qualità: tutti prodotti artigianali che ricordano i profumi e i sapori dell’infanzia. In pieno stile londinese, “Bakery Italia” è stato arredato con materiale povero e riciclato. Particolarissimo anche l’arredamento con le classiche cassette di legno usate come mensole porta biscotti e un angolo con una lavagna in grafite e delle piccole gabbiette porta aromi. Una nuova scommessa imprenditoriale con un’offerta ben diversa dal solito e con un’immagine, come la stessa divisa del personale, che richiama le pin up degli anni ’30. Grande soddisfazione per Gianfranco Carbonaro che all’inaugurazione non ha celato la commozione, soprattutto quando Lorenzo Mattia, il figlio di 5 anni, ha tagliato il nastro. “Il bastone della mia vecchiaia”, lo ha definito con affetto Carbonaro che per la sua famiglia, la moglie e la figlia 22enne Martina, ha tanto lottato. “Sono tornato per loro”, ha detto ricordando le vicissitudine che ha dovuto attraversare negli ultimi anni quando la sua storia è salita alla ribalta nazionale per il pignoramento della casa da più parti definito ingiusto. Da qui la difficile decisione di emigrare altrove, in Inghilterra, per potere cercare un lavoro, sempre nell’ambito della cucina, e mantenere così la famiglia rimasta a Vittoria. Dopo qualche mese però la voglia di tornare, la nostalgia della sua terra e la voglia di rimettersi in gioco hanno avuto la meglio, spingendolo ad aprire la nuova attività in Sicilia, confortato dai numerosi successi e riconoscimenti avuti anche in Inghilterra.

mood_bad
  • Comments are closed.
  • Potresti essere interessato a