“Premio Mondo Donna” per l’enogastronomia alla chef glacier Serena Urzì

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su email

Il prestigioso riconoscimento è stato assegnato alla gelatiera etnea nelle scorse settimane a Capo d’Orlando, assieme ad altre 11 donne distintesi nei propri ambiti

È stato assegnato quest’anno alla chef glacier catanese Serena Urzì il “Premio Mondo Donna 2022” per la sezione enogastronomia. A decretarlo è stata l’organizzazione del Premio, giunto alla sua IX edizione e che nelle scorse settimane ha visto svolgersi la sua tradizionale serata di assegnazione, con in prima linea i fondatori del Premio: la Pro Loco di Capo d’Orlando e il Comune della costa tirrenica messinese. La serata è stata presentata dall’ideatore del Premio, Salvatore Monastra, con la cantante Alessandra Di Bello, e ha visto tra gli interventi anche quello dei rappresentanti delle istituzioni cittadine e del territorio.

Ogni anno, infatti, il Premio viene conferito a tutte quelle donne che si sono distinte nei diversi ambiti lavorativi, nel mondo dello spettacolo, della cultura, del sociale e, appunto, dell’enogastronomia. Dodici sono state le premiate, tra cui la gelatiera etnea Serena Urzì, responsabile del laboratorio dello storico “Bar Ernesto” sul lungomare catanese, che negli ultimi anni ha registrato sempre più consensi proprio grazie all’appassionato ed appassionante impegno profuso dalla giovane chef glacier etnea.

“Desidero ringraziare di cuore tutta l’organizzazione del Premio Mondo Donna e quanti hanno individuato nella mia figura professionale un punto di riferimento al femminile per il settore dell’enogastronomia, in particolare la gelateria – ha detto con viva emozione Serena, dopo avere ricevuto il Premio. – Sono lieta e onorata di avere ricevuto questo prestigioso riconoscimento assieme ad altre 11 donne che si sono distinte brillantemente ciascuna nel proprio ambito”.

Serena è l’esempio vivente di come la passione, unita alla competenza e al continuo studio, possa portare a grandi risultati. Infatti, dopo un regolare percorso di studi, fatto di liceo classico, laurea in legge e master in diritto, con una professione legale già avviata tra Roma e Catania, Serena ha poi deciso di perseguire la sua vera passione, in realtà mai abbandonata: quella della gelateria. Da alcuni anni, così, ha preso in mano le redini del laboratorio del “Bar Ernesto”, di cui è titolare con la sua famiglia, avviando anche un nuovo ciclo della gelateria siciliana, che vede sempre al primo posto l’alta qualità delle materie prime impiegate, assieme alla destagionalizzazione del gelato e ad una nuova filosofia nel suo consumo. E, a quanto pare, pubblico e clientela apprezzano sempre di più le sue nuove sperimentazioni… Congratulazioni, Serena!

(Crediti Foto: Natale Arasi)

mood_bad
  • Non ci sono commenti.
  • Lascia un commento

    Potresti essere interessato a