Orientale Sicula.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su email

“Per aver valorizzato con la propria arte culinaria l’immagine d’eccellenza della nostra città all’estero, conquistando le due stelle Michelin nel 2016”. Questa la motivazione che si legge nel riconoscimento che il Comune di Comiso ha voluto assegnare al suo concittadino, Riccardo La Perna, chef executive del ristorante “8 e ½  Otto e Mezzo Bombana” di Shanghai, il secondo ristorante con questo nome dopo quello di Hong Kong e ritenuto uno dei migliori della Cina. È accaduto lo scorso 30 Gennaio, in occasione dell’evento Orientale Sicula dedicato proprio allo chef che lo scorso hanno ha ricevuto due stelle Michelin, una cosa davvero rara. Un altissimo onore che in primis il Comune, con il suo Sindaco Filippo Spataro, ha voluto celebrare conferendo a La Perna un riconoscimento nel corso di un consiglio comunale aperto, convocato per l’occasione dal Presidente Gigi Bellassai.

La sera al ristorante Tocco d’Oro, poi, una serata speciale in cui Riccardo La Perna ha raccontato della sua cucina realizzando due piatti. Lo ha fatto insieme a Riccardo Cilia, giovane promessa della cucina siciliana, e Sandro Pace, suo amico d’infanzia che si è dedicato al dessert. “La cucina per me è innanzitutto memoria – dichiara Sandro Pace- e quale migliore occasione di questa serata per poter ricordare l’infanzia trascorsa insieme, i bei momenti di gioco, quando prendevamo il pullman per andare a Modica all’Istituto Alberghiero, momenti semplici così come molto semplice è stato il dolce che ho voluto proporre: un viaggio emozionale nei ricordi”. “Poter cucinare accanto ad un grande nome della ristorazione non capita tutti giorni- afferma non poco emozionato il giovane Riccardo Cilia-. Condivido con La Perna la sua filosofia di cucina molto attenta alla stagionalità e alla territorialità dei prodotti usati. Non volevo stupire i presenti con effetti speciali: infatti i piatti che ho realizzato sottolineano tutta la semplicità e la freschezza che mi rappresentano”.

(Ricciola, crema di ceci e bietola.Riccardo Cilia)

(Astice bretone al vapore e verdure d’inverno stufate, sugo di astice agrumato. Riccardo La Perna)

(Sud Orientale di Sandro Pace)

Per i partecipanti alla serata è stata un’occasione per conoscere la storia di La Perna, molto ricca di esperienze: egli vanta un ricco bagaglio di collaborazioni con i migliori chef stellati Michelin come Ciccio Sultano e Claudio Sadler.

Riccardo è in Cina precisamente dal 2008, dapprima lavorando per Sadler a Pechino, poi al Ritz Carlton di Shanghai e quindi è poi approdato al secondo locale di Umberto Bombana, all’8 ½ Otto e Mezzo Bombana Shangai, la cui formula richiama l’altro locale di Hong Kong, l’8 e ½ Bombana Hong Kong, aperto nel gennaio del 2010. Egli  propone ad un pubblico internazionale e d’elite la sua cucina, creazioni culinarie sofisticate e dal gusto contemporaneo dove la tradizione italiana è molto presente ed è proprio lei che conquista la clientela. “Non c’è un piatto ben preciso che va più di un altro- ha dichiarato il bistellato- anche perché noi cambiamo spesso il menù: ciò che conta è che sia fatto con prodotti eccellenti; potrebbe essere anche un risotto, ma deve essere ottimo”.

Insomma una serata davvero bella, impreziosita dalle etichette delle aziende vitivinicole Tenuta Bonincontro e Avide, che ha visto la partecipazione di moltissime persone, amici e familiari; fra gli altri anche gli chef stellati iblei Accursio Craparo, Claudio Ruta e Vincenzo Candiano. In cucina a dar man forte il souse chef del ristorante Duomo di Ragusa Ibla, Marco Corallo, e lo stesso titolare de Il Tocco d’Oro, Nunzio Cilia, promotore della serata insieme alla moglie Barbara Stancampiano che ha curato tutti i dettagli per regalare agli ospiti una serata indimenticabile.

mood_bad
  • Non ci sono commenti.
  • Lascia un commento

    Potresti essere interessato a