Lo chef siciliano che aspira a conquistare il mondo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su email

Ha sentito il richiamo di pentole e fornelli sin dall’età di nove anni, una vocazione precoce e ardente che l’ha portato da grande tra le cucine dei più importanti ristoranti siciliani e che attualmente che lo vede dirigere com maestria e precisione di altissimo livello la brigata di cucina di Zash- country Boutique hotel.
Forse Giuseppe Raciti da bambino non immaginava che sarebbe stato poi anche uno dei quattro chef italiani a partecipare alla selezione per il premio dell’alta cucina più importante al mondo, il “Bocuse d’Or”.
Un concorso che prevede una selezione durissima e per il quale Raciti si sta impegnando duramente dividendosi tra gli impegni dell’hotel e gli allenamenti a volte eseguiti anche fino a tarda notte.
Guidato dal coach Francesco Gotti e con l’assistenza del commis Marco Sciacca, Giuseppe Raciti ha eseguito lo scorso 4 settembre presso il Food Lab Academy di Catania un training ufficiale di preparazione alla selezione che si terrà il prossimo 1 ottobre ad Alba. Alla sessione di allenamento hanno presenziato insieme i giornalisti di settore e lo chef Seby Sorbello che ha espresso, in qualità di Presidente dell’associazione Provinciale Cuochi Etnei, tutto il sostegno che la federazione raccoglie intorno al collega.
La gara, il cui tema cambia ogni anno, quest’anno vedrà Raciti confrontarsi con un piatto vegetariano e la preparazione di un vassoio nel tempo complessivo di 5 ore e 35 minuti. I piatti saranno poi valutati da una giuria di tecnici di altissimo livello che seguirà dei criteri molto rigidi stabiliti nel regolamento.
Le pietanze dovranno essere espressione della nazionalità e della cultura italiana e delle sue materie prime.

Sono due gli allenamenti ufficiali già svolti e il prossimo si terrà a Bergamo il 19 settembre.

Se, come gli auguriamo, Raciti riuscirà a superare le selezioni italiane, dovrà poi confrontarsi il 12 giugno 2018 a Torino contro 24 chef provenienti da tutta Europa prima della sfida finale del 2019 a Lione che decreterà il vincitore del prestigiosissimo “Bocuse d’Or”.

Un grandissimo “in bocca al lupo” a Giuseppe Raciti lo esprimiamo anche noi di Sicilia da Gustare.

“Forza Giuseppe, tutta la Sicilia fa il tifo per te!”.

mood_bad
  • Non ci sono commenti.
  • Lascia un commento

    Potresti essere interessato a