La pasticcera rock dal cuore di nocciole bio dei Nebrodi | Sicilia da Gustare
Home Sicilia da Gustare La pasticcera rock dal cuore di nocciole bio dei Nebrodi

La pasticcera rock dal cuore di nocciole bio dei Nebrodi

by Giusy Messina
0 commento 419 visualizzazioni

Isabella Catalano ha fatto della sfida in tempi di resistenza al Covid19 la sua essenza. Il suo laboratorio a Tortorici profuma di zucchero e nocciole, di cannella e farina, di cioccolato, regalando a chi in questo momento la segue da casa attimi di magia. La Bottega Reale è il “cuore” di Isabella Catalano, pastry chef che insieme al marito Giuseppe Ciancio nel 2018 ha deciso di far diventare realtà il loro sogno: una bottega artigianale bio dove trasformare con arte e sapienza a nucidda, prodotto principe del territorio nebroideo. Piccina eppur ricca di elementi nutrizionali unici ed importanti, la nocciola dei Nebrodi si distingue per l’intensità di aroma e gusto, difficile da dimenticare. 

La Madeleine di Isabella Catalano, tortoriciana doc, da bambina guardava la nonna impastare acqua, zucchero, farina e le nocciole pestate nel mortaio che avrebbe dato vita alla famosa pasta reale, dolce  simbolo del piccolo comune di Tortorici. 

“Ogni famiglia – spiega Isabella – ha la sua personale ricetta che si tramanda da generazioni alle donne. Ma era anche un modo per stare insieme, per condividere segreti e saperi di famiglia”. Isabella, grembiule e cuffia bianca da cui ogni tanto sfugge il ciuffo colorato di un’acconciatura eccentrica che le conferisce un quid di personalità esuberante e tosta, mani in pasta sul tavolo del laboratorio, crea in modo “sartoriale” quelle prelibatezze che le hanno aperto le porte di “Duciezio”, l’associazione che si occupa della valorizzazione della cultura dell’ars pasticciera siciliana nel mondo. Lei, insieme al nome storico di Maria Grammatico, custode dei dolci tipici di Erice, sono le uniche donne pasticciere.

“Non è facile – spiega Isabella – il nostro è un lavoro duro e faticoso che non conosce riposo, che assorbe tempo ed energia. Anche quando sono a casa – dice sorridendo – la testa è al laboratorio. Per me la pasticceria è creatività. È vita”. Madre di tre figli, tra laboratorio e famiglia, non ha il tempo di annoiarsi. “A me piace la vita spericolata – dice ridendo – Vasco è il mio mito da sempre. La mia vita, lo è davvero se penso che ho imparato con umiltà e caparbietà questo mestiere”. 

Già perché la piccola Isabella, un diploma in ragioneria, sognava di fare la stilista. Ma l’incontro con Giuseppe le ha stravolto la vita. “Appena sposata andai ad aiutare la famiglia di mio marito nel panificio Ciancio che hanno qui dall’83. E fu lì che, provando e riprovando, iniziai ad innamorarmi della pasticceria”. Autodidatta sì, ma Isabella, spirito combattivo e tenace, decide di migliorarsi. Fa diversi corsi con professionisti di calibro, partecipa a master autorevoli e poco alla volta acquista maggiore consapevolezza e autonomia. Fa parte  dell’Associazione cuochi e pasticcieri di Sicilia, decide con il suo lavoro di sostenere le realtà produttive resilienti di Slow Food che tutelano presidi agroalimentari in via d’estinzione, tra cui la nocciola dei Nebrodi, appunto.

La “Bottega Reale” racchiude il mondo di Isabella. Una dispensa d’antan dove perdersi… La madia della nonna, le foto di Sebastiano e Caterina Ciancio che oggi come allora hanno fatto dell’amore per la famiglia ed il lavoro il valore da tramandare a figli e nipoti, ed ancora i biscotti caserecci da inzuppare nel latte la mattina per una colazione sana e genuina e quelli da offrire per il the, ritrovando il piacere lento del tempo e della bontà. Nella sua “Bottega Reale” Isabella impasta ricordi e desideri. Le colombe pasquali a ciauri di Sicilia con i profumi ed i sapori della Terra del Sole, le scorzette di arance, i pistacchi veraci, le uova di cioccolato, veri capolavori d’arte, pralinati per palati sfiziosi e tutte quelle leccornie pasquali che in queste giornate drammatiche ci  regalano piccoli momenti di non trascurabile felicità. Potete raggiungerla sulla sua pagina fb o contattarla al numero 3278633434.

In sottofondo magari sentirete “Liberi Liberi”, la sua canzone preferita di Vasco. Un inno alla speranza…

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito Accetta Leggi tutto