L’ ”aranciMonamour”, la novità di Pietro D’Agostino.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su email

L’AranciMonamour che passione! È l’ultima novità dello chef stellato Pietro D’Agostino, patron de la Capinera di Taormina, che trasforma la prelibatezza siciliana più conosciuta nel mondo assieme alla Cassata, come l’arancino, in una proposta innovativa ai sapori di mare, con un ragù di seppioline e una base di riso Artemide,condito con finocchietto selvatico, agrumi, mandorle, basilico e caviale di lumaca madonita.

“Usciamo dagli schemi e smontiamo la diatriba tra femminile e maschile – afferma lo chef – non lo abbiamo chiamato né arancino né arancina, è diventato semplicemente AranciMonamour e ci abbiamo messo dentro tutta la Sicilia”. Una Sicilia che si vuole raccontare, che vuole emergere, che vuole dire la sua sui prodotti di alta qualità.

Insomma, un classico della cucina italiana reinterpretato in chiave contemporanea e presentato in versione finger.

 

mood_bad
  • Non ci sono commenti.
  • Lascia un commento

    Potresti essere interessato a