“Itinerario bizantino della valle Alcantara”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su email

Prosegue il progetto di promozione turistica “Welcome to Alcantara Valley”, patrocinato dall’U.N.P.L.I. Sicilia, dal Parco dell’Etna, dal Parco Fluviale dell’Alcantara e dal Comune di Giardini Naxos. Sabato prossimo sarà presentato il nuovo evento estivo 2017 “l’Itinerario Bizantino della valle Alcantara”. Come afferma il Presidente Giuseppe Carmeni, ideatore del progetto e dell’evento: “Bisanzio e la civiltà bizantina ha esercitato una notevole influenza sull’isola e nonostante si siano succedute numerose dominazioni, il tempo ha solo attenuato ma non cancellato la sua memoria storica.

Nella valle la civiltà bizantina risulta ancora più misteriosa per l’assenza quasi totale di documenti scritti, ma fortunatamente sono presenti testimonianze monumentali, ruderi, edifici religiosi come le Cube, insediamenti residenziali, Castra e numerosi reperti archeologici”. L’Itinerario bizantino sarà presentato nella sala convegni del Parco Botanico e Geologico delle Gole Alcantara a Motta Camastra, in via Nazionale 5, alle ore 18,00.

Attraverso le tappe dell’Itinerario periegeti d’eccezione racconteranno il territorio e il paesaggio nell’età bizantina, percorrendo antiche strade che condurranno dall’antico porto di Naxos fino al versante nord ovest dell’Etna, risalendo il fiume Alcantara. L’evento sarà anche una ricca esperienza sensoriale, un occasione per ammirare il paesaggio, la natura e immergersi nell’universo degli odori e dei sapori della Sicilia nord orientale.

Durante la presentazione verranno illustrate le 5 tappe dell’Itinerario di Giardini Naxos, Malvagna, Castiglione di Sicilia, Roccella Valdemone, Bronte e Maletto. Saranno coinvolti i Sindaci e le Pro Loco delle sei città inserite nell’Itinerario, il Parco Botanico e Geologico delle Gole dell’Alcantara, la Tenuta Rustìca, l’Istituto di Archeoastronomia Siciliana, la Diocesi di Acireale e le Associazioni: Sicilia Antica, il Cantiere di Restauro del Castello di Schisò, Gusto di Campagna e l’A.I.G.A.E. Sicilia.

mood_bad
  • Non ci sono commenti.
  • Lascia un commento

    Potresti essere interessato a