Gianluca Lizzio e gli Chef con la Coppola: ecco la primavera ai Giardini di Villa Fago

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su email

Ha scelto di dare il benvenuto alla Primavera nel modo a lui più congeniale: cucinando, allestendo un appuntamento dai risvolti enogastronomici eleganti e con accanto le persone a lui più care, professionalmente e amichevolmente, che hanno fatto la sua stessa scelta, fare della cucina il proprio stile di vita: gli Chef con la Coppola

Gianluca Lizzio è Executive ai Giardini di Villa Fago ormai da quattro anni, ne coordina pranzi, cene e, soprattutto, eventi e cerimonie, e ha portato la sua esperienza in cucina dopo avere lavorato in passato tra la sua Sicilia (Taormina) e l’estero (Londra). A questo territorio appartiene, lui acese d’origine, mentre i giardini di questa elegante dimora contemplano a Santa Venerina (CT) contemporaneamente il sommo vulcano Etna, da un lato, e il litorale jonico, dall’altro, piacevolmente compresi in uno degli angoli più belli di Sicilia.  

Ma soprattutto, Gianluca Lizzio è Chef con la Coppola e quanti di noi frequentano il dinamico mondo dell’alta cucina isolana sanno esattamente cosa significa questo. Vuol dire che ad ogni evento, ad ogni appuntamento, ad ogni ritrovo gastronomico, i nostri amici… la squadra… il team… ci sono e ci saranno sempre, perché il progetto è nato così, ormai una decina di anni fa, con questo spirito di grande collaborazione, zero invidia e tanto divertimento, pur trattandosi di lavoro! 

Per questo, lo scorso 5 aprile, nella cena “primaverile” inaugurale di una nuova brillante stagione di Villa Fago, Lizzio ha fortemente voluto accanto a sé i suoi amici storici, in una cena che è stata più che a 4 mani… Le mani, ma anche i cuori e le menti, sono state infatti quelle di Peppe Raciti (Executive Chef, 1 stella Michelin, a “Zash”, Riposto (CT)), Peppe Torrisi (Executive Chef a “Cortile Spirito Santo” a Ortigia (SR)), Giovanni Grasso (docente in prima linea alla Scuola degli Chef con la Coppola) e Simone Strano (Executive Chef al Grand Hotel “I Faraglioni” di Aci Trezza (CT)), tutti per uno e uno per tutti, come i Moschettieri dell’alta cucina nell’Isola!  

villa fago chef con la coppola

L’ha aperta lui la cena, Gianluca, da intraprendente padrone di casa, con l’amuse bouche Croccante di alici alla norma, omaggio al suo territorio, mentre i cocktail armoniosi e forti, al contempo, di Volcano Gin, partner della serata con i suoi protagonisti, gli imprenditori Alessandro Malfitana, Stefano Lo Giudice e Diego Pollicina, aprivano il fronte dei brindisi, per poi lasciare il posto ai vini Baglio di Pianetto

villa fago chef con la coppola

L’antipasto è stato affidato allo Chef stellato Peppe Raciti, che con la consueta eleganza ha interpretato il Crudo di gambero rosso, con emulsione di pomodoro, fragola, robiola di capra e basilico, confermando, ancora una volta, che il cuoco è anche un po’ alchimista, dovendo conoscere le giuste dosi di tutto ciò che impiega nel piatto, perché la sinfonia che realizza trovi il giusto accordo.

villa fagotto chef con la coppola 06 at 10.03.01

Lo Chef Peppe Torrisi ha scelto di suonare la tastiera di ingredienti classici e mediterranei, con sempre quel tocco in più che le sue scelte gastronomiche gli consentono: così, abbiamo degustato il Risotto al pesce spada con pesto di finocchietto selvatico, crema di mandorle, zenzero e limone, cui ha fatto seguito la Pasta fresca e lo sgombro con mentuccia, salsa di vino bianco, zafferano e purè di rapa rossa, con aggiunta di mollica “atturrata”, ingredienti nuovamente interpretati da Lizzio.  

E se di Mediterraneo si parlava, ecco lo Chef Simone Strano (assente alla serata ma presente in diretta Whatsapp e supportato dalle “mani” e dai “cuori” degli amici in cucina), che ha proposto Baccalà in crosta al nero di seppia, con puntarelle e lamponi

Affidata, infine, alla creatività dello Chef Giovanni Grasso la realizzazione del dessert, Frutti di bosco con cioccolato bianco e the verde matcha

“Voglio ringraziare quanti si sono spesi per questo appuntamento, non solo gli amici di sempre, ma anche il mio secondo in cucina, Alfio Sciuto, e i miei collaboratori, Claudio e Marco – ha detto a fine cena Gianluca Lizzio. – La serata è nata dall’ingrediente che non ci stancherà mai, l’amicizia, filo conduttore di tutto l’evento, unito alle materie prime di primavera. Una cena – ha concluso lo Chef – che vogliamo anche interpretare come una nuova inaugurazione, dopo il brutto periodo passato tra pandemia e crisi economiche internazionali”.  

Una serata, dunque, alla quale nessuno degli Chef con la Coppola ha detto di no, aderendo con grande entusiasmo, nonostante i numerosi impegni e la stanchezza accumulati ciascuno nelle proprie cucine e con i corsi di formazione della omonima Scuola, che tanto successo sta riscuotendo proprio in quel territorio affascinante: Riposto!

mood_bad
  • Non ci sono commenti.
  • Lascia un commento

    Potresti essere interessato a