Il Frappato di Tenuta Bastonaca al Vinitaly International Academy.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su email

Il Frappato di Tenuta Bastonaca  prescelto da Ian D’Agata senior editor Vinous, uno dei maggiori esperti  di vini italiani per la degustazione VIA – Vinitaly International Academy dedicato ai  Vitigni autoctoni italiani rari prodotti dalle Donne del Vino. Una bellissima sorpresa per la giovane azienda ragusana, unica a rappresentare la Sicilia alla manifestazione in programma dal 3 al 7 aprile prossimi a Verona e che riunirà gli opinion maker del futuro nel campo del giornalismo e del trade coinvolgendo ben 60 grandissimi esperti internazionali fra cui Master of Wine e Master Sommelier.

 

Fra le tante schede di vitigni autoctoni rari pervenuti nella segreteria del VIA, 26 sono state ritenute interessantissime e Ian D’Agata, volendo cogliere la grandissima opportunità di assaggi irripetibili di un grande numero di vini da vitigni autoctoni rari, ha deciso di organizzare due degustazioni anziché una, dividendo i vini in base alla provenienza geografica. Il Frappato della Donna del Vino Silvana Raniolo (nella foto sotto), proprietaria insieme al marito di Tenuta Bastonaca, è stato inserito proprio nell’assaggio destinato ai 60 esperti internazionali.

“Ringrazio Silvana Raniolo per aver dato il suo vino per questa degustazione- afferma Donatella Cinelli Colombini, Presidente delle Donne del Vino- Si tratta di una pietra miliare nella divulgazione dei vitigni autoctoni italiani più rari. Presentare queste varietà a un pubblico di grandi esperti quali i membri della Vinitaly International Academy è di importanza enorme per la difesa del patrimonio ampelografico italiano meno conosciuto”.

 

mood_bad
  • Non ci sono commenti.
  • Lascia un commento

    Potresti essere interessato a