Euphorya, il Frappato di Casa di Grazia nella sua versione spumante.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su email

Una bollicina rosé che già al colore non lascia indifferente, preludio di qualcosa di speciale. È Euphorya, l’elegante spumante Brut rosé di solo Frappato prodotto con metodo Charmat da Casa di Grazia grazie all’intuizione e alla sensibilità dell’enologo Tonino Guzzo che in quei terreni dove sono coltivate le viti, nei pressi del lago Biviere, ha colto le potenzialità di un vitigno quale il Frappato che negli ultimi anni sta dando grandi soddisfazioni.

“Vi sono qui terre che danno uve Frappato con un ottimo potenziale acido ed aromatico insieme ad una bella salinità – spiega Guzzo- per questo ho capito che ci potevano essere le basi per poter fare uno spumante con una bella piacevolezza. Nel 2015 abbiamo messo così in commercio le prime bottiglie di Euphorya. Si è preferito il metodo di produzione in autoclave perché consente di poter bere i vini nella loro fase giovanile. E’ così che escono fuori i frutti di melograno e dell’azzeruola rosso, piccola pomacea di spiccata aromaticità e acidità, tutti frutti tipici autunnali”.

Ben bilanciato, fragrante, dal perlage fine e persistente e dal colore rosa vivo che ricorda una pietra preziosa come il topazio citrino imperiale, lo Spumante Rosé Brut Euphorya è un vino molto fresco grazie alla sua spiccata acidità, con un suo ben preciso carattere ed eleganza come del resto il vitigno ed il terroir di produzione saputi interpretare dalla cantina nissena rispettandone l’identità. “Ricerco nel vino l’uva da cui è stato prodotta – conclude l’enologo-. Ricerco il territorio, la vocazione di quel territorio perché l’uva non si può fare ovunque. Un ottimo vino deve rispecchiare tutto questo”.

 

mood_bad
  • Non ci sono commenti.
  • Lascia un commento

    Potresti essere interessato a