Distretto del Sud Est Siciliano: Di Stefano è il nuovo Presidente

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su email
Distretto del Sud Est Siciliano: Di Stefano è il nuovo Presidente | Sicilia da Gustare

Si è tenuta lo scorso 21 gennaio, nei locali del Centro Congressi “Davide Failla”, nella sede di Vittoria della Promotergroup S.p.A., la prima assemblea generale dei soci del Distretto del Cibo del Sud-est Siciliano, il progetto da poco riconosciuto dalla Regione Siciliana, emblema di promozione, speranza e sviluppo delle aziende del territorio.

Ad aprire i lavori il dott. Gianni Polizzi, Coordinatore Tecnico del Distretto nonché Responsabile di programma, il quale ha spiegato i passaggi che hanno portato al riconoscimento, le filiere coinvolte, i numeri ad oggi nonché le possibilità di sviluppo e le potenzialità intrinseche a questo strumento.

Il Distretto del cibo del sud est siciliano, difatti, racchiude ad oggi oltre 270 aziende con un volume d’affari complessivo di oltre 300 milioni di euro; vari sono i settori d’eccellenza territoriali coinvolti tra cui orticolo, turistico, culturale, ristorativo, oleario, vinicolo, agrumicolo, lattiero-caseario, frutticolo, cerealicolo, delle province della Sicilia orientale.

Durante l’assemblea è stata definita la governance e sono stati eletti gli organi direttivi; nuovo presidente del Distretto del Cibo del Sud Est Siciliano è Domenico Di Stefano, giovane talento siciliano che ha saputo valorizzare un prodotto di nicchia come la Pesca IGP di Leonforte.

L’assemblea, concordemente, ha riconosciuto in lui la figura più adatta a questo importante ruolo, apprezzandone le capacità manageriali e di marketing. Nel configurare la governance distrettuale, si è deciso di dare spazio a tutte le filiere coinvolte, proporzionalmente al numero di soci di ognuna. Il risultato è stato la creazione di un Consiglio direttivo ampio e plurale, in cui sarà dato spazio alle varie istanze e che si impegnerà nella valorizzazione delle eccellenze di cui i soci sono portatori.

Il Consiglio Direttivo è composto, dunque, per la filiera orticola dal Vicepresidente Antonio Cassarino (già Presidente del DOSES), da Gianluca Parlagreco dell’Az. F.lli Parlagreco, da Alessandro La Terra Pirrè della soc. cooperativa Cherrymed e da Giuseppe Fernandez in rappresentanza dell’azienda Hybla srl; per la filiera delle erbe aromatiche da Giambattista Autore; per la filiera frutticola da Salvatore Bua dell’O.P. La Deliziosa; per la agrumicola da Salvatore Traina dell’azienda Tenuta Terre d’oro; per la vitivinicola da Ignazio Fiore della omonima azienda agricola. A fornire ulteriore valore al Consiglio sono state le designazioni di: Giuseppe Santocono Presidente territoriale della CNA, Emanuele Zappia  presidente del MAAS; Maurizio Signorelli della Pro Loco UNPLI Sicilia; Giuseppe Li Rosi di Simenza – Cumpagnìa Siciliana Sementi Contadine.

Il Distretto, infatti, rappresenta l’occasione per un futuro agricolo più dinamico, che strizza l’occhio all’innovazione e all’internazionalizzazione dei mercati attraverso la valorizzazione delle produzioni agroalimentari, tra strategie di marketing e sviluppo d’impresa, all’altezza delle aspettative di ciascuna filiera.  L’occasione, inoltre, è stata punto di avvio delle attività distrettuale iniziando a parlare delle opportunità da cogliere, prima tra tutte il bando nazionale sui Distretti del Cibo che a breve dovrebbe essere emanato e di di cui sono state esposte dalla dott.ssa Eleonora Valenti, Responsabile Amministrativa e Finanziaria le linee direttrici, e il programma distrettuale da sviluppare mediante azioni concrete. Un’occasione di sinergia e collaborazione per trarre opportunità attraverso le proposte e le competenze dei rappresentanti di filiera: una sfida ed un’opportunità tutta siciliana!

mood_bad
  • Non ci sono commenti.
  • Lascia un commento

    Potresti essere interessato a