Conviviali…Vino e Cibo.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su email

Tornano i “Conviviali…Vino e Cibo” all’Enoteca Comunale di Vittoria. Da un’idea di Antonella Arangiomazzacorallo l’iniziativa, promossa da Grotte Alte ed in programma il prossimo 1° Luglio, vedrà ancora una volta l’antico Castello di Piazza Henriquez ospitare il talento di uno chef siciliano ed i calici di due prestigiose etichette del territorio del Cerasuolo di Vittoria, il tutto accompagnato dalle opere dell’artista Milena Nicosia nella cui tecnica utilizza anche materiali naturali quali il cacao, la farina, il caffè quasi a voler ritornare nei profumi della sua infanzia e della sua terra. Sarà così un piacevole momento da trascorrere insieme alla scoperta di un’apprezzata artista che racconterà di sé, della sua arte, e che pian piano condurrà i presenti verso un’altra forma artistica, quella del cibo. Lo chef Giovanni Galesi del ristorante Cenobio dell’Antico Convento dei Cappuccini di Ragusa Ibla delizierà pertanto gli ospiti con una serie di piatti preparati con materie prime d’eccezione come il grano Perciasacchi, per riportare al sapore della terra, o il fagiolo Cosaruciaru proposto in una zuppa di Paccheri realizzati con la Maiorca integrale. In tutto saranno degustate ben sei portate accompagnate dai vini delle cantine Terre di Giurfo e Arianna Occhipinti. A guidare la degustazione sarà la Sommelier Simona Cacopardo, F&B Manager di diverse strutture alberghiere nonché formatrice nel settore enogastronomico. “Questi appuntamenti –dichiara Antonella Arangio mazzacorallo- sono nati con lo scopo di far scoprire e conoscere le nostre eccellenze enogastronomiche, unite alla cultura, alla laboriosità e alla passione di persone che credono in questo territorio, che ha dato i natali all’unica DOCG Siciliana, il Cerasuolo di Vittoria, presentate in un luogo affascinante e intriso di storia.  Vittoria nell’800 aveva più di 600 palmenti e il vino qui prodotto veniva esportato in nord Italia, in Francia e da alcuni documenti pare anche in Brasile.  Era definito il miglio vino da pasto di tutta la Sicilia e grazie al benessere economico di quel periodo, nacquero grandi palazzi in stile Liberty, il teatro comunale noto per la sua bellezza e per la sua eccellente acustica, insomma fu un periodo illuminato che produsse un benessere sociale ben equilibrato, così come annotò sul suo diario di viaggio l’abate P. Balsamo. Questi – conclude l’organizzatrice- sono gli ingredienti che vi serviremo: arte, cultura, vino e cibo, con la collaborazione degli Chef della nostra provincia, in questo caso Giovanni Galesi, che è anche direttore didattico della scuola NOSCO di Ibla, interprete d’eccezione fra i più rinomati in Sicilia, della sommelier Simona Cacopardo, narratrice eclettica, e della pittrice Milena Nicosia”. L’inizio è previsto per le ore 20.00

mood_bad
  • Comments are closed.
  • Potresti essere interessato a