Concorso nazionale “Basilicata a Tavola”. Un siciliano 2° assoluto nella gara di Sala

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su email
Manuel Battiato Barman concorso Basilicata in tavola

Il giovane è Manuel Battiato e ha conquistato il 2° posto sul podio con un cocktail caldo. Grande soddisfazione dal suo Istituto Alberghiero “Giovanni Falcone” di Giarre, nel catanese.

Grappa tipica della Basilicata e spremuta di mandarino tardivo di Ciaculli, un liquore di fiori di sambuco per aromatizzare e uno sciroppo di mandarino per addolcire e, infine, l’aggiunta di una tisana di spezie e semente siciliane. Una combinazione ricercata e innovativa per un cocktail caldo che non teme rivali! Manuel Battiato, classe 2005, studente della IV D dell’Istituto Alberghiero “Giovanni Falcone” di Giarre, sul litorale jonico etneo, si è imposto al concorso nazionale “Basilicata a tavola”, conquistando il secondo posto assoluto nella categoria “Sala”. 

Trentaquattro istituti alberghieri coinvolti, oltre ottanta eccellenze provenienti da tutta Italia e una giuria d’eccezione hanno raggiunto l’Istituto Alberghiero “Gasparini” di Melfi, per la XIII edizione del concorso nazionale che si è svolto dal 27 al 30 aprile scorsi. Una competizione strutturata dal MIUR in tre categorie differenti (sala e vendita, accoglienza turistica, cucina/pasticceria) che, rivolta alle eccellenze del panorama nazionale, poneva in palio l’iscrizione all’albo come migliori eccellenze. La proposta di Manuel Battiato di un insolito cocktail caldo ha, così, lasciato sorpresa e soddisfatta l’intera giuria, che non ha potuto far altro che riservargli un posto tra i primi in classifica su 29 concorrenti. 

“Il bando richiedeva un cocktail a base di grappa tipica della Basilicata per il quale includere tra gli ingredienti un prodotto d’eccellenza del territorio di provenienza e, così, ho scelto la spremuta di mandarino tardivo di Ciaculli. La novità, però, stava proprio nell’aver realizzato un cocktail caldo a differenza dei comuni cocktail freddi – spiega a Sicilia da Gustare il giovane Manuel. – È stato molto emozionante partecipare ad un evento simile e avere l’opportunità di confrontarmi con altre persone che hanno la mia stessa passione – continua. – In parte, però, ammetto che mi aspettavo questa vittoria proprio perché ho proposto una grande novità che ha lasciato tanto stupore tra gli stessi giurati”. 

Manuel Battiato con i professori
Manuel Battiato con i professori Monica Insanguine e Alessandro D’Urso

Manuel Battiato, con il supporto del docente Alessandro D’Urso, è riuscito così a distinguersi al suo primo concorso dopo anni di studio condotti con impegno e determinazione. “Manuel è tra le eccellenze della scuola ed è per me un grande pregio averlo tra i miei studenti. Si contraddistingue per la sua grande passione e per il notevole impegno, si dedica tantissimo allo studio e alla partecipazione – afferma il docente preparatore e accompagnatore, Alessandro D’Urso. – Non ho alcun dubbio che Manuel possa ambire a palcoscenici importanti e proprio per questo anticipo che si sta già preparando per un’altra competizione, il concorso nazionale degli Istituti Alberghieri che si svolgerà a Vicenza dal 24 al 28 maggio”. Grande soddisfazione ha espresso anche la dirigente scolastica del “Giovanni Falcone”, la professoressa Monica Insanguine, che da anni segue con grande attenzione e precisa professionalità le tante generazioni di studenti che si susseguono nelle sue classi. “È un ottimo risultato, raggiunto grazie al forte impegno e al costante studio del nostro Manuel, ma anche grazie al supporto del nostro docente e di tutto il personale, che ogni giorno con abnegazione e spirito di insegnamento segue i nostri studenti” ha detto con soddisfazione la preside Insanguine.  

“La preparazione per questo concorso è stata molto impegnativa e, se per la fase destinata alla scelta di un vino da abbinare al piatto di un mio compagno di cucina ne abbiamo degustati diversi prima di arrivare alla scelta finale, – spiega Manuel Battiato – per la fase specifica di preparazione del cocktail, invece, con il mio docente abbiamo studiato molto per effettuare la scelta giusta degli ingredienti e le relative quantità. Abbiamo apportato tantissime modifiche sin quando non abbiamo ottenuto il risultato desiderato e, definito il tutto, ho studiato tanto anche per l’esposizione orale di presentazione finale”. 

Una passione che Manuel Battiato coltiva sin da bambino e gli studi scolastici all’Istituto Alberghiero di Giarre gli hanno dato l’opportunità di accrescere le proprie competenze e di mettersi alla prova. Il suo primo concorso nazionale, dunque, si è concluso con un ottimo risultato, ma Manuel è già concentrato sul prossimo traguardo da raggiungere. “Già da piccolo ero certo di voler studiare presso l’Alberghiero e, con le esercitazioni del primo e secondo anno, mi resi conto che la strada che dovevo prendere era quella del settore di sala. Il mondo delle competizioni mi piace, anche se ovviamente è un po’ impegnativo – afferma. – In vista della prossima gara nazionale, mi sto preparando al meglio anche perché prevede tantissime cose da fare tra la parte scritta e quella pratica. Guardando al futuro, – conclude il giovane studente siciliano – dopo aver concluso la scuola, intendo iscrivermi all’università, seguendo corsi nel settore dell’enologia, perché è un mondo che mi piace molto e, in seguito, spero di avere un’attività tutta mia. Certo, non so cosa mi riserverà la vita, ma spero comunque in qualcosa in questo settore”.

mood_bad
  • Non ci sono commenti.
  • Lascia un commento

    Potresti essere interessato a