Cibo Nostrum, grande successo per la 6^ edizione.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su email

Più di 20.000 visitatori registrati per la sesta edizione di Cibo Nostrum, la grande festa della cucina italiana che dall’ 11 al 13 giugno ha coinvolto 150 chef provenienti da tutta Italia e 50 tra le più importanti cantine siciliane per una kermesse unica nel suo genere con  congressi, workshop tematici  e degustazioni dislocate tra i comuni di Zafferana Etnea, Giardini Naxos e Taormina.

Tre giorni intensi e di grande visibilità per la cucina italiana e siciliana soprattutto, con la partecipazione di chef stellati e quest’anno anche di chef provenienti dalla formazione internazionale come  Mario Pequini, arrivato a Cibo Nostrum grazie alla collaborazione con “Blu Lab” di Alfio Visalli, e Bleri Dervishi della Locanda Nerello, con formazione nel ristorante stellato di Davide Cassi a Bilbao.

Ispirata alla valorizzazione del pesce azzurro, la giornata taorminese ha visto come protagonista questo ricchissimo alimento nelle sue diverse varietà con un tonno di 217 Kg a padroneggiare lo stand di Alfio Visalli e del pluristellato Ciccio Sultano che hanno sorpreso i partecipanti con  “Thonnus Thinnus Ti Punch”,  un divertente cocktail accompagnato da un trancio e bottarga di tonno; e poi ancora  la lampuga dell’oste Beppe Bonsignore, il cannolo di pane con mouse di pesce spada di Riccardo Rizzo, la triglia di Dervishi, la tartare di tonno di Pequini, il “Gambero brrr” di Giuseppe Geraci e tantissime altre golosità accompagnate da degustazioni di vino: il  Cerasuolo di Vittoria di Santa Tresa, “Laluci” di Cristo di Campobello, Benedè di Alessandro di Camporeale e Modus Bibendi, interessante vino biologico di una giovane cantina di Alcamo per citarne solo alcuni.

Il grande entusiasmo del Presidente della FIC di Catania, Seby Sorbello, e di Rocco Pozzulo, Presidente della FIC nazionale, ha contagiato tutti gli operatori coinvolti ed il pubblico con un generoso risultato di oltre 40.000 euro raccolti a favore della ricerca sul Parkinson devoluti alla fondazione Limpes Onlus.

Silvia Polizzi

Foto: Betty Laura Zapata

mood_bad
  • Non ci sono commenti.
  • Lascia un commento

    Potresti essere interessato a