Campionato Mondiale della Pizza: successo per Scandurra e Mazzaglia

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su email

Un successo che non si aspettava, ma certamente meritato, è l’ultimo conquistato da ‘Il pizzaiolo etneo’ alias Lele Scandurra. Con la ripartenza post-pandemia dei grandi eventi e delle più importanti competizioni, si sono riaccesi i forni del Campionato Mondiale della Pizza 2022, svoltosi a Parma dal 5 al 7 aprile, la più importante manifestazione di professionisti della pizza a livello internazionale. Ma questa volta il pizzaiolo ha voluto a fianco a sé uno tra quelli che oggi è tra i suoi più stretti collaboratori, lo chef dello staff Botanike, Michele Mazzaglia, ed insieme hanno guadagnato la decima posizione. Tra le gare più attese di questa edizione, infatti, Michele e Lele hanno gareggiato per Pizza a Due, dove pizzaiolo e chef lavorano in combinata per firmare una pizza d’autore. 

“Ci tenevo moltissimo – ha detto il pizzaiolo – a portare con me, in un evento tanto importante, il collega con cui collaboro quotidianamente per concretizzare le mie idee sui condimenti delle pizze; entrambi siamo complici del successo che tutte le sere riscuotiamo a Botanike”. 

E la famiglia Merola, titolare della pizzeria più rinomata a Catania, supporta e promuove sempre le iniziative di Lele perché cresca professionalmente.

È dunque già in carta, dal loro rientro da Parma, la pizza vincitrice al concorso, Terrammare”, dove la profumata e fragrante base pizza si impreziosisce con passata e pomodorini gialli semi dry, fior di latte, tonno fresco marinato agli agrumi e poi affumicato, capperi di Pantelleria, salicornia, marmellata di cipolle, glassa agli agrumi, spuma di parmigiano. Un accostamento di colori e sapori siciliani, che ha certamente conquistato la giuria del Campionato. 

Ma non sarà l’unica novità del nuovo menù Botanike, per la primavera estate 2022 sono infatti già tra le più richieste “Sole d’estate”, con crema di zucchine, guanciale croccante, ricotta fresca infornata, chips di zucchine, scorze d’arancia candita, polvere di menta; e “Mediterranea”, passata e datterini di pomodoro giallo, mozzarella di bufala, bottarga di tonno, pesto di menta fresca, scorza di agrumi dell’Etna.

E nel frattempo il pizzaiolo etneo studia per affrontare nuove competizioni ed ottenere nuove vittorie.

mood_bad
  • Non ci sono commenti.
  • Lascia un commento

    Potresti essere interessato a