Aprile: aperti Baglio Sorìa e Cavanera Etnea perle della wine experience di Casa Firriato

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su email
Irene Di Gaetano

Baglio Sorìa e Cavanera Etnea, i due resort dedicati alle wine experience di casa Firriato, acco i loro ospiti rispettivamente a partire dal 6 aprile e dall’8 aprile, con un rinnovato spirito di ottimismo e un sentiment di fiducia nella ripresa del settore enogastronomico in Sicilia. Le due aperture rivelano importanti segnali di ricrescita che, già l’anno scorso, avevano preannunciato una progressiva ripartenza del turismo vitivinicolo sull’Isola.

La famiglia Di Gaetano, proprietaria delle due realtà, non vuole mancare all’appello e si presenta, a partire dalla stagione primaverile, con entrambe le strutture operative e a pieno regime, in modo da soddisfare le richieste continue e le presenze dei numerosi winelover e buongustai di tutto il mondo.

Baglio Sorìa – Trapani

Situato nell’agro trapanese, Baglio Sorìa offre uno scenario imperdibile per gli amanti del vino e non solo. La sua struttura, tipicamente seicentesca, e la posizione tra le colline della Sicilia occidentale, offrono suggestioni uniche anche per chi ama inoltrarsi nei percorsi offerti dalla natura o per chi apprezza andare alla scoperta dei borghi rurali o dei luoghi di interesse culturale. Tra il Monte Erice, con il suo borgo medievale, e lo Stagnone di Marsala, che si estende ad est, il Baglio ha come obiettivo quello di garantire un’esperienza immersiva nel territorio, in chiave lusso, mantenendo comunque inalterata l’autenticità del contesto – quando l’edificio originario costituiva il centro nevralgico di tutte le attività lavorative della comunità rurale. 

Baglio Sorìa vista dall'alto
Baglio Sorìa

La tenuta, pur conservando la struttura originaria, si distingue per l’impronta moderna degli ambienti: 16 camere, dal gusto sofisticato e contemporaneo e una sala degustazione per immergersi nella cultura del vino Firriato con diverse proposte di degustazione ispirate dalla rosa dei venti: si inizia con la “Tramontana” e la degustazione di cinque vini per passare a “Scirocco”, “Libeccio” e “Maestrale” che offrono l’opportunità di un percorso enogastronomico abbinato ai piatti appositamente creati dall’executive chef Andrea Macca. Sempre splendida la suggestiva Sky Lounge, panoramica e perfetta per dedicarsi un momento di relax sorseggiando un calice di vino e, infine, il ristorante del Baglio dove assaporare una delle creazioni dello chef.
Il risultato è un resort d’eccellenza, in cui il vino Firriato offre la cornice perfetta per tutti i momenti del bon vivre all’aria aperta, con le degustazioni delle sue etichette più rappresentative.

Cavanera Etnea – Castiglione di Sicilia/Catania 

Altro fiore all’occhiello dell’hospitaliy di Firriato, il resort Cavanera Etnea sorge alle pendici dell’Etna, in quello che è oggi uno dei territori più ricchi di tradizione enologica della Sicilia. Disposta tra un reticolo di vigne centenarie e avvolta da un palmento del ‘600, la struttura si erge offrendo una vista panoramica sul vulcano. Questa particolare posizione conferisce unicità al wine relais grazie al carattere charmant tipico delle realtà vinicole delle montagne del nord Italia, ma con un clima mite e a pochi chilometri di distanza dal mare.

Un connubio, questo tra montagna e mare, che distingue l’approccio di Firriato sul territorio e che rappresenta una sfida costituita dal mantenere le pratiche colturali dell’alta montagna, seppur ad una latitudine caratterizzata da un forte irradiamento solare e con una temperatura mitigata dai venti del mare. Un clima perfetto che contribuisce a mantenere forte l’attrattiva di un soggiorno nel resort, dalla primavera fino all’autunno inoltrato, quando la sabbiosa terra vulcanica inizia a tingersi di arancione per l’intenso foliage del bosco retrostante la struttura. Tutto è concepito per garantire il massimo del comfort, sia all’esterno che negli ambienti interni. A Cavanera gli ospiti potranno scegliere tra 21 camere, ciascuna realizzata esaltando lo spirito e lo stile della cultura locale ma sempre con un’impronta contemporanea ed elegante. Ci si può rilassare a bordo piscina sorseggiando un calice di vino oppure concedersi un bagno rigenerante. Per gli irriducibili del fitness c’è invece una moderna palestra immersa nelle vigne. La perfetta conclusione della giornata è, invece, affidata alle sapienti creazioni culinarie di Andrea Macca (executive chef dei wine resort Firriato) che, all’interno del ristorante La Riserva Bistrot, ricavato su un terrazzamento nella sommità della cantina, saprà deliziare i palati più esigenti sfruttando le materie prime del luogo reinterpretandole in chiave contemporanea e gourmet.

mood_bad
  • Non ci sono commenti.
  • Lascia un commento

    Potresti essere interessato a