Anima e core: sono quelli di Ivan Cappuccio | Sicilia da Gustare
Home News Anima e core: sono quelli di Ivan Cappuccio

Anima e core: sono quelli di Ivan Cappuccio

by Federica Genovese
0 commento 742 visualizzazioni

Nelle sue ricette l’amore per la sua professione.

La passione stimola lo studio, le nuove informazioni alimentano la passione e, in questo circolo virtuoso, Ivan Cappuccio crea e migliora ogni giorno tecniche e gusti di impasti. 

Fuori dalla sua terra, mentre studia e pratica l’arte della pasticceria, Ivan subisce il fascino della gastronomia napoletana e se ne innamora di un amore rivelato nella ricca proposta che nella carta del menù affianca le pizze. 

L’idillio di paste fritte, i crocché ed altri sfizi che variano a seconda del periodo e della fantasia dello chef, ma dove punto fermo è la golosità e l’altissima qualità di materie prime e tecniche.

Ivan Cappuccio guarda ai più grandi maestri italiani della pizza, si forma costantemente, viaggia per apprendere ed ogni volta che rientra è un nuovo fermento di lieviti ed idee.

La sua pizza verace napoletana nel cuore di Ortigia ha un forte accento siciliano. Se l’impasto omaggia la capitale della pizza, la rigorosissima selezione degli ingredienti regala sapori e profumi prevalentemente nostrani.

Nulla a che vedere con aspirazioni a titoli di fregio quali ‘gourmet’ ed ‘élite’, quanto la restituzione di grande dignità alla regina dei lievitati salati.

Un’accurata selezione di pomodori, dal san marzano al siccagno, gli olii d’oliva scelti per essere accordati agli ingredienti di mare o di terra, una minuziosa ricerca di presìdi Slow Food e di prodotti DOP rendono preziosa oltre ogni valore economico ogni singola proposta del menù.

“Ho sempre nuovi progetti in cantiere” e li svela pure Ivan, non riesce a contenere la sua passione, anzi, la esprime al massimo e questo gli rende un grandissimo merito, avere aggiunto valore al suo territorio, dove ha deciso di scommettere tutto. 

E la sua scelta è stata premiata, ma il segreto non è solo nel suo modo di proporre il cibo, trasmette e condivide con i suoi collaboratori conoscenze e metodi, senza alcuna riserva, poiché è convinto che sia la squadra a far gioco. Questo si percepisce non appena varcata la soglia del locale, dove nonostante la fatica di dover sopportare la mascherina, tutto il personale ti accoglie col sorriso negli occhi.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito Accetta Leggi tutto