Al Festival della Cucina Italiana un incontro tutto al femminile.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su email

 

Un pomeriggio fra donne, per condividere le proprie opinioni e raccontarsi. L’occasione è stato il Festival della Cucina Italiana, la kermesse appena conclusasi ad Ortigia, promossa dalla nota rivista La Madia Travelfood, con la collaborazione dell’Associazione Elisir. All’Antico Mercato, lo scorso sabato, in tante sedute a cerchio per ascoltare innanzitutto l’ospite di questo incontro dal titolo “Figlie della vite, a woman experience”, ossia la delegata dell’associazione Le Donne del Vino, Lilly Ferro dell’azienda Fazio. Su invito del Presidente di Elisir, Teresa Gasbarro, anche lei a buon diritto una donna del vino in quanto Delegato Onav di Siracusa nonché Direttore della Strada del Val di Noto, Lilly Ferro ha parlato della sua esperienza di leadership in un’importante realtà vitivinicola, di cosa oggi significhi per una donna lavorare in questo settore. Un significato abbastanza complesso in quanto racchiude in sé concetti quale passione, intransigenza, pazienza, sensibilità, tutti insiti nell’animo femminile, con quella enorme ma allo stesso tempo naturale capacità di saper conciliare lavoro e famiglia, passando dalle relazioni con i mercati esteri a quelli più intimi, della propria casa.

donne-del-vino4

Lilly Fazio ha inoltre spiegato ai presenti il ruolo dell’associazione di cui lei stessa fa parte e di cui è portavoce siciliana, le numerose iniziative portate avanti. Circa 700 iscritte in tutta Italia, 13 in Sicilia per quello che si può ben definire uno dei sodalizi più vivaci nel panorama enogastronomico, espressione di un’imprenditoria femminile laboriosa che ha saputo ben affermarsi in un mondo, quale quello vitivinicolo, per lunghi anni a prevalente carattere maschile nonostante, come la stessa Ferro abbia ricordato, le donne siano sempre state presenti nei numerosi lavori nella vigna, sempre in prima linea.

A prendere la parola nel corso dell’incontro anche altre imprenditrici che operano in settori quali gli oli, le confetture, i dolci tipici: tutte accomunate dalla passione per il territorio, per ciò che esso produce e da una straordinaria capacità di fare rete. Dal dialogo sono scaturiti diversi spunti di riflessione e la decisione di organizzare il prossimo anno alcune iniziative che potranno vedere insieme Le Donne del Vino ed altri imprenditrici siciliane, possibilmente in vista della prossima Assemblea Nazionale delle Donne del Vino, prevista per la primavera.

G.Bozzali

(ph Walter Silvestrini- PixelXpixel.it)

mood_bad
  • Comments are closed.
  • Potresti essere interessato a